Ciliegie e musei. A Washington per il centenario del Cherry Blossom Festival

STAMPA INVIA IN EMAIL riduci testo ingrandisci testo

				FOTO: Ciliegie e musei. A Washington per il centenario del Cherry Blossom Festival

Tre settimane di musica all'aperto, esposizioni e mostre. Con la fine di marzo e l'arrivo della primavera torna l'evento dedicato a tutta la famiglia, che ricorda il dono di 3mila alberti nazioni nipponici. Nel cuore degli Stati Uniti

Meteo Washington

  • max.
  • 28° C
  • min.
  • 9.8° C

Era il 1912, due guerre mondiali fa, quando la città di Tokyo, da poco partner commerciale degli States, fece alla capitale del grande Paese un dono tanto prezioso quando simbolico. 3000 esemplari dell'albero nazionale nipponico, 3000 ciliegi che ancora oggi sono il cuore del sistema di parchi che circonda la Casa Bianca e i principali monumenti nazionali della riva orientale del fiume Potomac, Washington. Da allora la capitale federale festeggia con un tre settimane open air di musica, mostre e esposizioni floreali quell'evento. A partire dall'ultimo week end di marzo.

Il Cherry Blossom Festival, "festival della fioritura dei ciliegi", è sempre bellissimo. Migliaia di famiglie e scolaresche ne approfittano per visitare i luoghi della memoria nazionale, e una cittadella di musei che, cresciuta di anno in anno, è oggi una delle più grandi e ricche aree espositive d'America. Questa però è l'edizione numero 100, e promette di essere indimenticabile. In calendario, dal 24 marzo al 27 aprile, ci sono oltre 200 eventi tra concerti di ogni genere di musica – dal musical, alla classica, alle performance tradizionali giapponesi, dagli oceanici cori gospel al jazz e alle dj session – e poi passeggiate nei parchi, esibizioni di ogni tipo di sport, gare di cucina tipica americana (protagonista la cherry pie, con marmellata di ciliege) e nipponica, gare di aquiloni e fuochi d'artificio.
E quando sarete sazi dei colori e le folle di una megafesta che a noi italiani può sembrare forse un po' nazionalistica (ma le location e lo spirito non vi lasceranno indifferenti), rifugiatevi in uno dei tanti musei del complesso Smithsonian che stanno facendo di Washington una delle principali mete turistiche Usa. A partire dall'immenso Smithsonian American History Museum, tra divise, aerei da guerra, eserciti impagliati e cimeli; sì è proprio quello di Una notte al museo 2, e ha una bella area dedicata ai giochi e ai personaggi di fantasia. Ma c'è anche il Natural History Museum con una piccola folla di dinosauri, e il museo dello spazio, con le navicelle americane che hanno fatto la storia.

INFORMAZIONI
DOVE DORMIRE

Il festival si porta dietro anche un gran numero di pacchetti e sconti per famiglie, negli hotel partner del festival una camera per 2 adulti+2 bambini parte da 64 dollari a notte (prenotate qui). PEr qualsiasi altra informazione c'è anche il sito dell'Ente turistico cittadino.

DOVE MANGIARE
I ristoranti offrono menù a tema con il Cherry Picks Restaurant Program. Ma per uno spuntino in famiglia da non perdere sicuramente c'è il Five Guys Burger and Fries, dove fa spesso pausa pranzo anche il presidente Obama con le figlie, di nascosto dalla moglie salutista.

IL FESTIVAL
Il programma completo lo trovate qui o anche scaricando questaapp gratuita per iPhone e Android.

MUSEI
Date un occhio al labirintico sito del complesso dello Smithsonian.

19 marzo 2012

Rating:

Voti