In bici in famiglia, alla scoperta dell'Europa

di Gianfranco Raffaelli

STAMPA INVIA IN EMAIL riduci testo ingrandisci testo
Lungo il Danubio è possibile scegliere l'itinerario individuale o di gruppo

Elettrica o tradizionale, lungo le sponde del Danubio o tra i mulini olandesi. Il cicloturismo è la tendenza dell'estate 2010. Ecco le proposte per una vacanza sui pedali insieme ai bambini

Nube o non nube. Cieli paralizzati o no, il cicloturismo è la tendenza dell'estate 2010, specie in quella fascia mitteleuropea che ama i bambini, vive per il fitness e coccola le due ruote con vie ciclabili e hotel e legislazioni ad hoc. Pronti. Via.

AMSTERDAM SUI PEDALI
I Paesi Bassi, tranquillizzano fin dal loro nome mamme timorose e piccoli ciclisti non esattamente stakanovisti. Merito del territorio quasi sempre pianeggiante, delle piste ciclabili onnipresenti, e di una cultura della bici per grandi e piccoli quotidiana e radicata. E quando le due ruote diventano inutilizzabili, perché all'orizzonte c'è solo acqua, basta salire in barca e spostarsi sulle vie fluviali.
Un bel tour a tema di 8 giorni tra bici e vie d'acqua lo propone Girolibero. Parliamo di un tour di gruppo con accompagnatore (si dorme in cabina) da Amsterdam alla belga Bruges tra mulini, dighe e canali. Alla partenza nella capitale trovate un pomeriggio per il Museo Van Gogh con workshop di pittura, audiotour per bambini, e una caccia al tesoro sulla vita e sulle opere del maestro.
E naturalmente per il Rijksmuseum dove, tra Rembrandt, Franz Hals e Bruegel, i bambini dai 6 anni hanno la guidina di Gordon the Warden, per andare alla caccia di 6 opere famose.
Ma la vera sorpresa è il Nemomuseo della scienza interattivo la cui sede a forma di enorme chiglia è firmata Renzo Piano: qui ci si può persino arrampicare sulla nave Amsterdam e fare conoscenza con l'equipaggio di pirati.

GOUDA, AL MERCATO DEL FORMAGGIO
Pedalando, sosta consigliate Gouda, città rinomata per le pipe e, soprattutto, i formaggini dalla pelle rossa amati dai bambini europei (cercate di passarci il martedì mattina per il mercato del formaggio nell'antica piazza del Municipio. Si raggiungono in barca i 19 mulini a vento di Kinderdijk, Patrimonio Unesco, messi in azione ogni sabato nei mesi di luglio e agosto (quello denominato Nedrwaardmolen 2 si può anche visitare all'interno, per farsi un'idea di come vivevano e lavoravano i mugnai di quell'epoca). A Willemstad, bellissima città murata, si può giocare agli antichi cavalieri. In Belgio, anche Anversa e Bruges, che si girano anche in bici.

LUNGO LE SPONDE DEL DANUBIO
Funactive, tour operator italiano che opera esclusivamente nel settore del cicloturismo famigliare, propone invece itinerari lungo le sponde austriache del Danubio. Due le opzioni: l'itinerario individuale di circa 180 km o il viaggio di gruppo di 215 km con accompagnatore. Entrambi sono facili percorsi 8 giorni / 7 notti sicuri e fattibili da grandi e piccini.
A tappe di 25-50 km al giorno sulla celebre pista ciclabile lungodanubiana, ben segnalata e senza particolari pendenze. Mentre i bagagli viaggiano per conto loro tra i diversi hotel dove si base la sera. SI parte da Lienz e si toccano poi luoghi come il Walsee, Spitz, Tulln e Wachau, tra vigne e boschi, castelli e abbazie (alcune tappe sono anche in treno, in barcone o addirittura a dorso d'asino).

BICI ELETTRICA, LA NOVITÀ 2010
Novità 2010, la bici elettrica per tutti, per non tagliare fuori da questa esperienze mamme pigre e poco allenate, o bambini alla prima esperienzaIl Pedelec (Pedal Electric Cycle) è una bicicletta con supporto alla pedalata garantito da un motore elettrico. In questo modo i ciclisti che amano la bicicletta e non vogliono rinunciare alla mobilità e al movimento del corpo, possono tuttavia usufruire di un supporto meccanico alla pedalata che renderà il tour ancora più piacevole.
I tour di 180 km sono possibili fino al 10 ottobre, i tour di gruppo fino a fine luglio (minimo 8 adulti). Funactive fornisce anche carrellini, camellini (le piccole bici attaccate da dietro a quella del papà, per imparare) e seggiolini.

E-BIKE IN CARINZIA
Anche l'Ente Regionale per il Turismo della Carinzia, nell'Austria del sud, propone tra le altre idde per l'estate 2010 la gita al lago con la bici elettrica. Su lago Klopeiner See il noleggio di una E-Bike costa 4 euro per mezza giornata. Con le batterie cariche, l'autonomia è di circa 65 chilometri. Chi vuole, può percorrere il tour dei due laghi e concedersi una bella e rinfrescante nuotata. Le biciclette elettriche si possono noleggiare a Globasnitz, Gallizien e Bad Eisenkappel. La corrente elettrica utilizzata per la ricarica delle E-Bike deriva al 100% da fonti energetiche rinnovabili.

FERRARA, LA CAPITALE ITALIANA
E in Italia? Prima di tutto fate un giro sul sito dedicato al cicloturismo per famiglie della Fiab, l'associazione amici della bicicletta, con molti consigli e itinerari. Quindi organizzatevi un week end a Ferrara. Perché è lei la vera "città delle bici" europea. Con oltre un 30,7% di persone che la usano come mezzo principale (più di Amsterdam e Copenaghen), nessun centro d'Europa è oggi più ciclabile di così.
La città colleziona inoltre da sempre premi per la sostenibilità, il verde e i progetti per i bambini. Almeno 5 percorsi per le bici, sicuri e attrezzati, tagliano il centro in ogni direzione. E se siete famiglie veramente sportive c'è anche la ciclovia da Stellata al mare, sempre lungo il Po.

Per saperne di più e per organizzare il vostro viaggio consultate la pagina degli indirizzi.

Rating:

Voti